Domenica si inaugura mostra "Guareschi racconta Potenza"

punti apici 04/11/2015
ore 16:40
punti
AGR

AGRIl Circolo culturale Gocce d'autore, in collaborazione con l'Associazione filatelica culturale "Isabella Morra", organizza "Giovannino Guareschi racconta Potenza", mostra fotografica e documentaria 1934-35. L'inaugurazione si terrà domenica 8 novembre alle 18,00 in vico F. De Rosa 6 con la partecipazione di Eva Bonitatibus, presidente di Gocce d'autore, Umberto Savoia, presidente dell'Isabella Morra e Luigi Luccioni, storico e autore di pregiate pubblicazioni di storia patria.

“La mostra – si legge in un comunicato stampa - documenta l'esperienza militare del famoso autore di "Don Camillo" nella città di Potenza, in qualità di Allievo Ufficiale di Complemento presso la Caserma Lucania negli anni 1934-35. Guareschi fotografo cattura Potenza e la Lucania ancor prima degli antropologi e degli etnografi, prima ancora di Ernesto De Martino, di Cartier Bresson e di Arturo Zavattini. La sua Voighlander posa l’obiettivo su una città in cui il tempo sembra essersi fermato e coglie momenti di vita da caserma e quelli di libera uscita: Guareschi soldato insieme ai suoi compagni di ventura, vicoli e strade innevate, asini e muli (antico baluardo della mobilità cittadina), volti di bambini e di donne, gruppi di uomini in riunione. Scatti attraverso cui si leggono i costumi di un popolo e la sua dignitosa povertà. Fa da contrasto ai vicoli antichi, la parte moderna della città con il mercato, le locandine affisse ai muri che pubblicizzano il cinema e l'ingresso del Gran Modern Hotel di Pecoriello nella centrale via Pretoria. Ci sono anche foto dedicate a Melfi nel cui campo di addestramento si recava periodicamente.

Vi è poi una sezione documentale in cui con ironia e sarcasmo racconta, in una lettera scritta a mano e illustrata, l’esaltante vita potentina: "Dopo una giornata di fatica, saluta la tua brava sentinella e vai a Potenza. Sudi sette camicie da fatica con colletto da libera uscita, ma in compenso sei felice perché potrai vedere qualche faccia nuova che non sia quella dei tuoi colleghi o superiori." La vita militare di Guareschi proseguirà nei campi di concentramento tedeschi a Tschenstochau e la sua esperienza è raccontata nella corrispondenza tenuta con i suoi familiari di cui cartoline e lettere rimangono una preziosa testimonianza. "Una sfilata di moda" è poi il titolo di serie di bozzetti che Guareschi disegnò, insieme a Arturo Coppola, durante la prigionia: autentiche caricature sull'abbigliamento dei soldati detenuti nei lager nazisti.

Vi è poi la sezione che racconta un certo interesse di Guareschi per la filatelia. Nel periodo in cui diresse il Candido, lanciò un invito ai lettori affinché affrancassero le loro lettere con francobolli satirici creati da loro stessi. Vi è una selezione di alcuni di questi documenti tratta da una collezione di 160 pezzi che Guareschi aveva conservato e che si trova presso la Fondazione Mondadori di Milano. La mostra resterà aperta fino al 14 novembre tutte le sere dalle 18,30 alle 20,30 presso la sede del Circolo culturale Gocce d’autore in vico De Rosa 6 a Potenza”.
 bas04 

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio