Pergola (I Socialisti) su mobilità a Potenza

punti apici 23/10/2015
ore 18:13
punti
AGR

AGR"In queste ore si sta parlando della mobilità della città di Potenza, dei suoi sistemi di trasporto prima criticati ed ora ricercati perché del tutto dismessi. Il nuovo piano di trasporto pubblico, il sistema dei parcheggi, la ZTL ma l'idea che mi sono fatto è che manca un progetto integrato e coordinato, la visione e la prospettiva dell’amministrazione per attrarre gli utenti del trasporto pubblico qualcuno la conosce? Come si vogliono integrare i diversi sistemi di trasporto? Come si vuole permettere al cittadino di muoversi liberamente in questa città dopo che ha lasciato l'auto a casa? Come si vuole migliorare (e non distruggere) il servizio di trasporto pubblico?" Così Rocco Pergola (I Socialisti).
"Da un anno la situazione è peggiorata invece di migliorare il servizio di trasporto pubblico si è creato solo un disservizio. Ottimizzare non significa azzerare. Sulla mobilità non si può procedere senza confrontarsi e senza ascoltare come si è fatto fino ad ora, su un tema così importante il sindaco e l'assessore alla mobilità devono confrontarsi con le forze del centro sinistra. Molti aspetti non tornano:
1)si doveva far pagare il biglietto delle scale mobili (cosa giustissima) e invece sono state chiuse completamente e il biglietto per pochissimo tempo si è visto in circolazione;
2)si doveva modificare ed ottimizzare il nuovo piano di trasporto pubblico dopo la sua approvazione attraverso un confronto con i cittadini, con i comitati di quartiere, con le associazioni e con il nuovo gestore ma nel frattempo i cittadini vengono lasciati per strada, il nuovo gestore non si vede all'orizzonte ed il piano è stato ridotto all'osso con percorsi che hanno tempi di percorrenza pari alla tratta ferroviaria Potenza-Foggia e per non parlare degli orari sballati e non calibrati in funzione degli utenti;
3)si doveva mettere ordine per evitare la sosta selvaggia ripristinando le strisce blu,  facendo pagare e controllando, invece ognuno parcheggia come gli pare, nessuno paga e i residenti del centro storico sono disperati per la continua ricerca di posto auto;
4)si doveva capire sulla ZTL cosa fare dopo un periodo di sospensione ma la verità è che non c’è una visione sul da farsi, nel frattempo chiedete a San Gerardo il sabato sera quante macchine gli fanno compagnia a Piazza Matteotti (già del Sedile).
Un ulteriore aspetto che viene continuamente trascurato - aggiunge - è quella della sicurezza, ci sono purtroppo tante situazioni di pericolo che con piccoli interventi anche a costo zero possono essere risolte andando a prevenire situazioni di pericolo. Nei prossimi giorni il comitato cittadino dei “I Socialisti” provvederà a segnalare al Sindaco e all’amministrazione comunale queste situazioni di pericolo suggerendo gli interventi e gli accorgimenti da mettere in campo. La prima segnalazione riguarderà la tanto discussa rotatoria di intersezione tra Via Mazzini- Via Angilla Vecchia- Rione Santa Maria- Via Cavour, non entrando nel merito dell’utilità si segnalerà la necessità di completare l’opera andando ad eliminare alcuni aspetti che rappresentano un pericolo per gli utenti. Il primo elemento da completare è il manto stradale del tutto assente, la presenza di voragini ostacola la circolazione rendendola meno fluida danneggiando in alcuni casi le vetture, bisogna completare la segnaletica verticale ed orizzontale per far comprendere meglio agli utenti la presenza della rotonda, le corsie di circolazione e dove devono transitare i pedoni. Il comitato cittadino provvederà ad inviare anche una documentazione fotografica degli elementi che devono essere rimossi perché rappresentano elementi di rischio un esempio in particolare è rappresentato dal palo della luce che illumina la rotonda che va spostato per non interrompere l’isola spartitraffico della rotatoria e per non rappresentare un pericolo per ciclomotori e autovetture. Un altro incrocio pericoloso ed oggetto di studio del comitato cittadino è quello di Rione Chianchetta. La mobilità della città di Potenza è complessa e deve essere trattata con attenzione, con professionalità ascoltando i cittadini, gli studenti e coloro i quali hanno la necessità di spostarsi nel territorio cittadino per motivi di lavoro in totale confort e sicurezza, la mancanza di ascolto può provocare danni irreparabili con la disaffezione da parte degli utenti e perdite economiche per l’amministrazione comunale".

bas 02



Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio