Pittella ad assemblea Anci: coesione e nuovo protagonismo

punti apici 23/10/2015
ore 17:07

“Se da un lato abbiamo la legge di stabilità, dall’altro dobbiamo provare a utilizzare virtuosamente i fondi strutturali e a misurare la nostra capacità amministrativa anche a costo di scelte difficili"

punti
AGR

AGRIl presidente della Regione, Marcello Pittella, è intervenuto oggi all’assemblea regionale dell’Anci Basilicata, riunitasi a Potenza nella sala Inguscio della Regione. Al centro del dibattito i problemi legati  alla sostenibilità finanziaria dei Comuni lucani in sofferenza per le ristrettezze di bilancio legate all’esiguità dei trasferimenti dello Stato e ai vincoli per il superamento del Patto di stabilità.
Pittella, durante il suo intervento, ha fatto il punto sulle questioni finanziarie condizionate dalla situazione nazionale. “Una  primissima lettura della legge di stabilità – ha detto - ci consente di parlare di cauto ottimismo. Nella bozza del governo centrale si stanno recuperando proposte per un welfare avanzato a partire dall’inclusione. C’è, inoltre, una premialità per il Mezzogiorno e si istituiscono zone a economie speciale”.
Alla platea dei sindaci in sala il presidente ha enunciato gli sforzi che la Regione sta portando avanti per inserire nel Piano Sud gli asset strategici “che collocheranno la Basilicata in una dimensione nazionale ed europea”.
Fin qui lo scenario nazionale. Pittella, poi, ha invitato gli amministratori locali a un nuovo protagonismo. “Se da un lato abbiamo la legge di stabilità, dall’altro dobbiamo provare a utilizzare virtuosamente i fondi strutturali e a misurare la nostra capacità amministrativa anche a costo di scelte difficili a iniziare dalla governance  territoriale”. 
In chiusura Pittella ha parlato di petrolio. Sottolineando ancora una volta la sua contrarietà all’offshore, ha invitato anche l’Anci ad esprimere delle chiare posizioni in merito. “Siamo tutti in trincea. L’Anci ci dica che fare. Ma occorre essere uniti per evitare di perdere le occasioni  e disperdere le risorse sempre più ridotte”.
“Proviamo a rendere efficiente un motore, stare insieme è utile alla Basilicata, costruiamo uniti questo nuovo corso così come abbiamo fatto con Matera, che non è frutto di improvvisazione ma – ha concluso - di un grande lavoro di squadra che sta portando ricadute enormi. Smettiamoci di piangere addosso e lavoriamo con spirito di collaborazione e lealtà”.

bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio