Integrazione e minori: seminario informativo a Potenza

punti apici 06/07/2015
ore 13:40
punti
AGR

AGRPresso la sala convegni del C.S.V. (Centro Servizio Volontariato) di Basilicata, si è tenuto l’incontro di formazione previsto nell’ambito del progetto FEI  RE.CA – Reti Capaci, promosso dal Dipartimento Giustizia Minorile, realizzato dall’Istituto Psicoanalitico per le Ricerche sociali e finanziato dal Fondo Europeo per l’Integrazione dei cittadini di paesi terzi per l’annualità 2013-Azione 9.
Il seminario è stato organizzato dal Comitato Regionale dell’A.I.C.S. (Associazione Italiana Cultura e Sport) di Basilicata, rete di Associazioni di Promozione Sociale, Volontariato e che da anni collabora con le Istituzioni della Giustizia sia per quanto riguarda gli adulti, Case Circondariali e U.E.P.E -Ufficio Esecuzione Penale Esterna-e sia con i servizi della Giustizia minorile, I.P.M. (Istituto Penale per i Minorenni)  e l’U.S.S.M. (Ufficio Servizi Sociali Minori), con particolare riferimento nei confronti di minori stranieri non accompagnati che transitano nell’area penale interna ed esterna.
Proprio i temi di grande attualità - dell’accoglienza e dell’integrazione dei minori non accompagnati, sono stati al centro degli interventi di formazione rivolti sia ad operatori sociali della Giustizia minorile, che agli Operatori delle altre istituzioni pubbliche che si occupano di minori (Scuola, Associazioni di Promozione Sociale, Associazioni di  Volontariato, Associazioni di Promozione Sportiva e Associazioni della Cooperazione Sociale e del Terzo Settore).
La finalità principale del progetto RE.CA è il consolidamento della rete tra Istituzioni e associazionismo sempre più funzionale alla presa in carico dei minori stranieri denunciati all’Autorità Giudiziaria; Associazioni che hanno dimostrato di essere in grado di far fronte all’ esigenze di accoglienza, di crescita e di inclusione sociale, risposte che vanno calibrate alle caratteristiche dell’utenza che risente degli attuali flussi migratori che investono l’Europa e più in particolare l’Italia.
Dopo l’apertura dei lavori a cura del Dott. Francesco Cafarelli - Presidente del Comitato Regionale A.I.C.S. di Basilicata e Presidente della C.R.V.G. (Conferenza Regionale Volontariato Giustizia) di Basilicata- che ha illustrato diverse esperienze di buone pratiche realizzate dalla stessa Associazione negli scorsi anni a favore dei minori stranieri non accompagnati, ospiti dell’Istituto Penale per i Minorenni e della Comunità Ministeriale di Potenza con particolare riferimento al progetto SAT (Servizio di Accoglienza Temporanea) e la realizzazione del musical “West Side Story” in cui si sono cimentati studenti dell’Istituto d’Arte di Potenza E DELL’Istituto Psico pedagogico minori stranieri non accompagnati della Casa Famiglia “lo Scoiattolo” e ospiti italiani e stranieri delle strutture penali.
E’ intervenuta la Dott.ssa Antonella Sprovera, Direttore dell’Ufficio Sociale per i Minorenni di Potenza, che ha sintetizzato la storia dell’immigrazione giovanile nella nostra regione negli ultimi decenni. E’ stato sottolineato a riguardo l’aumento dell’utenza straniera a piede libero seguita dal servizio citato e ha illustrato altresì
la difficoltà di trattamento per ragazzi privi di punti di riferimento familiari, economici e sociali sul territorio italiano.
Ulteriore contributo è stato fornito dal Dott. Antonio Sanfrancesco, sociologo FILEF (Federazione Italiana Lavoratori Emigrati e Famiglie) che ha illustrato la sperimentazione del modello di accoglienza a favore dei migranti provenienti soprattutto dall’Africa subsariana, che si sta effettuando nei paesi di San Fele e di Rapone.
E’ poi intervenuto Mohamed Amadid, mediatore culturale di lingue araba e consulente del Ministero della Giustizia , che ha illustrato le tecniche di intervento nell’approccio dei minori stranieri sottoposti a provvedimento dell’Autorità Giudiziaria, illustrando un’accurata distinzione delle varie fasce di utenza e di provenienza di emigranti insieme all’impegno di favorire la comprensione non solo del singolo emigrante ma , dei valori, dei vissuti e delle aspettative di intere categorie di stranieri.
A conclusione dei lavori il Dott. Leonardo Vita,  Presidente del C.S.V. di Basilicata è intervenuto illustrando ai presenti le varie iniziative che vengono fatte sul territorio a favore degli immigrati stranieri dalle diverse associazioni  e ha illustrato  i risultati del Progetto “RE.TI – Reti Territoriale per l’integrazione” iniziato nell’ottobre 2014 e finanziato dal Ministero dell’Interno nell’ambito dei Fondi FEI (Fondi Europei per l’Integrazione)
Hanno partecipato al seminario Operatori delle seguenti Organizzazioni:U.S.S.M., I.P.M., Comunità per Minori ,  Cooperativa Sociale Walden Two, Enti di Promozione Sportiva e Sociale  affiliati al Comitato Regionale AICS di Basilicata, Associazione di Volontariato IN & OUT, Associazione Ludolandia, Associazione Lucania CPC, Associazione di Promozione Sociale Bamby, Comunità terapeutica “Insieme“, APOFIL, CSV Basilicata,Gruppo Volontariato Vincenziano, Associazione la Fraternita, Panathlon.

bas 02












Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio