Migranti, Ass. Pledge to pace: no a muri filo spinato in Europa

punti apici 18/06/2015
ore 12:00
punti
AGR

AGRMentre si ergono nuovi muri di filo spinato in Europa per bloccare le migrazioni e a Ventimiglia da giorni si assiste impotenti alla barriera contro disperati giunti nel nostro Paese l’azione della Regione Basilicata con la disponibilità dichiarata dal Presidente Pittella di accogliere sino a 2mila immigrati acquista un valore ancora più importante a conferma che la solidarietà e la cooperazione sono valori che da sempre appartengono alle popolazioni lucane. A sostenerlo è il presidente del Segretariato della dichiarazione Pledge to Peace Piero Scutari che aggiunge: mai come in questo periodo si è sentito forte il bisogno di unire le nostre voci per proclamare il diritto di tutte le persone a vivere in pace, per reclamare l’affermazione della nostra dignità di esseri umani e per sovrastare il clamore dei conflitti, interiori ed esteriori, che ormai riempiono le nostre giornate. Sempre troppo poche sono le occasioni per manifestare la nostra naturale inclinazione ad essere felici e il 28 giugno, nel suggestivo teatro greco di Segesta-Calatafimi, con “Peace Celebration”,  sarà uno speciale momento di celebrazione con la partecipazione di Prem Rawat (oltre che Salvo Ficarra – Lab Orchestra – Massimo Minutell). Una serata dedicata alla Pace, con musica, letture, canzoni, nello splendido scenario dell’antico teatro di Segesta. Un incontro per promuovere iniziative di pace e per affermare che la pace è un elemento essenziale per ognuno di noi e per la società. L'Associazione Percorsi di cui Piero Scutari è presidente è da settimane proprio in Sicilia terra di speranza per i profughi africani per incontrare istituzioni e cittadini alla presenza di Prem Rawat, autorevole ambasciatore del Pledge to Peace,  di cui è stato il primo firmatario, con riconoscimento conferito nel 2011 anche dalla Regione Basilicata. La Dichiarazione di Intenti, alla quale aderisce un numero sempre crescente di amministrazioni, organizzazioni, società, soggetti pubblici e privati, consente a ciascuno dei firmatari di agire in piena autonomia nell’ideazione e nello sviluppo dei progetti di pace, ma tende al contempo a promuovere sinergie e forme di collaborazione tra gli aderenti anche grazie alle funzioni di coordinamento svolte da Percorsi, organizzazione deputata alla funzione di segretariato della Dichiarazione. E vuole favorire dialoghi, riflessioni, azioni e iniziative per portare l’attenzione sul tema della pace e del benessere come componente importante nel lavoro e nell’impegno di ogni persona nell’ambito della salute. Con queste premesse, l’iniziativa in Sicilia vuole diventare una piattaforma per recuperare maggiore consapevolezza dei bisogni fondamentali di ogni persona.

bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio