Coordinamento Gal su incontro con nuovo assessore Braia

punti apici 16/06/2015
ore 11:28
punti
AGR

AGRIl 1° incontro tenuto presso il Dipartimento Politiche agricole e forestali "voluto dal nuovo assessore regionale all'agricoltura Luca Braia, con i Presidenti e i Direttori dei G.A.L lucani, è stato molto proficuo. Dopo l'esposizione del coordinatore reg.le Leonardo Braico sulle problematiche più urgenti da risolvere, riguardanti la rendicontazione dell'IVA per chi non la recupera, l'accelerazione dei pagamenti e la predisposizione dei nuovi bandi dopo l'approvazione del PSR da parte dell'U.E, - si legge in una nota del Coordinamento Gal Basilicata -  sono intervenuti tutti i Presidenti per rappresentare l'andamento del loro PSL e le criticità che si possono superare se c'è la volontà politica.
L'assessore Braia, assistito dal direttore del Dipartimento agricoltura dr. Giovanni Oliva e dal dirigente Vittorio Restaino,ha ascoltato con interesse le critiche e la disponibilità dei G.A.L a collaborare per dare un servizio migliore.
Durante l'incontro a più voci è stata messa in evidenza l'attività dei GAL che nonostante la grave crisi che colpisce ogni settore dell'economia, hanno realizzato molti progetti riguardanti:
-lo sviluppo del turismo rurale;
-la multifunzionalità dell'agricoltura;
-la creazione di attrattori turistici;
-la cooperazione con i GAL di altre Regioni per favorire la conoscenza e la vendita del nostro prodotto turistico;
-il miglioramento aziendale in agricoltura;
-nuove tecnologie per la promozione del patrimonio culturale;
-la riqualificazione dei centri storici per favorire l'ospitalità diffusa;
-il turismo religioso con il coinvolgimento dell'Opera romana pellegrinaggi".
"L'assessore Braia,con il suo pragmatismo e ottimismo" - afferma il coordinatore regionale Gal  Leonardo Braico, - "ha ringraziato i GAL per il lavoro svolto e ha dichiarato che:
-il problema IVA,già affrontato,è in v ia di soluzione;
-altri funzionari sono stati già impegnati per accelerare i pagamenti;
-visiterà ogni territorio dei Gal per rendersi conto del lavoro svolto;
-migliorerà i servizi all'agricoltura lucana;
-darà le linee guida per i nuovi PSL (piano di sviluppo locale);
-i GAL,uniche strutture rimaste a presidiare il territorio,dopo la chiusura delle Comunità montane e degli uffici regionali periferici,saranno coinvolti di più in quanto il personale ha acquisito notevole esperienza, utile per lo sviluppo socio-economico del nostro territorio.
Ora ci aspetta un lavoro intenso e pieno di responsabilità, per dare risposte ad un territorio pieno di potenzialità ancora inespresse e nel predisporre la rendicontazione finale con la più alta percentuale possibile per non incorrere nel disimpegno automatico di qualsiasi somma".

BAS 05


Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio