Pd Pisticci su avvio lavori ospedale Tinchi

punti apici 06/06/2015
ore 09:56
punti
AGR

AGR"E’ giunto il momento che il sindaco Di Trani giustifichi i gravissimi ritardi nell’avvio dei lavori di demolizione del terzo piano del Presidio Ospedaliero di Tinchi. E lo chiediamo al Sindaco perché, dopo i sei mesi occorsi alla sua maggioranza per nominare il responsabile dei lavori, è da febbraio che i cittadini attendono che i lavori prendano il via". Così, in una nota, la segreteria della sezione Pd di Pisticci e Marconia.
"Il responsabile dei lavori, nominato dal sindaco a febbraio, ha redatto il piano di sicurezza? Se sì, cosa contiene questo piano? Quanto tempo, secondo il piano, occorrerebbe per la demolizione del terzo piano del presidio ospedaliero di Tinchi? A quanto ammonterebbe la stima dei lavori?
Dopo essersi speso con il Presidente della Giunta Regionale Marcello Pittella e avendo ricevuto dal Governatore rassicurazioni in merito al futuro dell’ospedale di Tinchi, il Partito Democratico adesso intende attirare l’attenzione sui ritardi non più giustificabili né ammissibili.
Di questo passo quando si potrà procedere con l’avvio dei lavori?
Lo chiediamo - aggiunge la nota - all’indomani di un incontro tenutosi nei giorni scorsi tra il Direttore Generale dell’ASM Matera, Piero Quinto, e il segretario della sezione del partito Democratico di Pisticci e Marconia, Rocco Negro, e i due vicesegretari, Mirna Mastronardi e Domenico Faliero. Incontro durante il quale il Direttore Quinto ha precisato che l’espletamento delle formalità che consentirebbero l’avvio dei lavori, sono legate del Direttore dei lavori, ovvero l’ingegnere Sassone nominato dal sindaco Di Trani.
Sottolineiamo quanto l’avvio dei lavori sia improcrastinabile, anche perché solo al loro completamento si potrà rendere operativo il piano che prevede la realizzazione di un polo di riabilitazione cardiopolmonare presso la struttura pisticcese, elemento questo che potenzierebbe l’ospedale di Tinchi e ne scongiurerebbe ogni ipotesi di chiusura, come tante volte paventato negli anni.
Dopo un anno dalle garanzie ricevute dal Presidente Pittella, che ha stanziato una somma pari a 800.000 euro per i lavori di messa in sicurezza del nosocomio, è il caso di far notare che i tempi si sono gonfiati esageratamente ed ingiustificatamente, e questo a causa di un piano di sicurezza per la redazione del quale il direttore dei lavori avrebbe impiegato circa 4 mesi.
Oltre il Sindaco spieghi a tutti i cittadini cosa sia accaduto, quale sia la causa di questo ritardo e cosa contenga il Piano di Sicurezza. In particolare, il Sindaco ci dica quali siano i tempi previsti dal proprio Direttore dei Lavori.
Non vogliamo - dice ancora la segreteria - che tutto il tempo impiegato (o perso!) fino ad ora, sommato ai tempi che l’ingegner Sassone prevedrà per l’esecuzione dei lavori, facciano correre il rischio di giungere oltre la scadenza del mandato del Presidente della Regione, Marcello Pittella, unico vero garante dell’operatività dell’ospedale di Tinchi.
E tutto questo non per volontà regionale, ma per chiare ed evidenti responsabilità del sindaco Di Trani, forse troppo preso da altro per nominare un direttore dei lavori in tempi utili prima, e per verificare la celerità dell’operato del direttore dei lavori da lui nominato poi.
Non basta, purtroppo, l’imminente e reale realizzazione di un padiglione esterno per la dialisi, per garantire il futuro operativo del nostro presidio ospedaliero. Servono fatti e celerità. Il Pd in questo senso ha dato il massimo, impegnando il Presidente della Regione a sostenere l’ospedale di Tinchi, impegnando fondi per l’abbattimento del terzo piano, mantenendo comunque la struttura operativa. Ora anche il sindaco si decida  a fare a sua parte, smettendo di indugiare ed iniziando ad occuparsi dei problemi concreti di questa comunità".

bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio