Fca, Lomio (Uilm): aumento salari segno di una fase nuova

punti apici 17/04/2015
ore 18:22
punti
AGR

AGR“Le giornate di trattativa con il gruppo FCA hanno finalmente sbloccato una situazione di stallo che durava da troppo tempo: abbiamo condiviso un nuovo sistema premiale per i circa 50mila lavoratori di FCA Auto – compresi gli oltre 5mila di Melfi - che dovrà essere messo a punto nelle prossime settimane e che permetterà di riconoscere, probabilmente già a partire dal mese di maggio, aumenti medi pari all'8% del salario di base annuo per quattro anni dal 2015 al 2018”.
A sostenerlo è il segretario regionale della UILM Basilicata Marco Lomio che ha fatto parte della delegazione sindacale in trattativa. “Dopo gli investimenti ora l’aumento dei salari. E’ il segno di una fase nuova in quanto è stato concordato un sistema premiale che dovrebbe portare in quattro anni un 'montante' complessivo di 7.000 euro ai lavoratori delle fabbriche di FCA Auto, ma – riferisce Lomio - la cifra potrà variare sia in meglio sia in peggio (fino a un massimo di 10.000 euro di 'montante' complessivo in quattro anni nel caso in cui i risultati superassero addirittura gli obiettivi).
Più in particolare il sistema premiale si articolerà in due voci. La prima voce prevede, al raggiungimento degli obiettivi di efficienza negli stabilimenti, un premio annuo pari al 5% del salario di base, vale a dire a circa 1.200-1.300 annuali, che però può variare sia in meglio sia in peggio. La seconda voce è legata al risultato operativo di FCA nella regione EMEA (Europa allargata) e a fine 2018 porterà all'erogazione di un ammontare variabile, da un minimo garantito del 6% del salario base, che sarà difatti anticipato trimestralmente sin da quest'anno, al 12% in caso di raggiungimento degli obiettivi e addirittura al 20% in caso di loro superamento; in caso di raggiungimento degli obiettivi, quindi, questo secondo premio ammonterà complessivamente a circa 2.650 euro di cui metà anticipata trimestralmente e metà saldata a fine periodo. Finalmente, dopo un periodo di sacrifici e di sforzi concentrati sulla difesa dell'occupazione, arriva un riconoscimento economico importante per i lavoratori, che confidiamo possa essere la base di un sistema di relazioni in azienda realmente partecipativo. I prossimi incontri sono previsti per i giorni 6 e 13 maggio
"Per la Uilm siamo di fronte ad un vero segno di un cambiamento di fase. I principi di coinvolgimento dei lavoratori e quelli relativi alla semplificazione della paga (affinché il raggiungimento degli obiettivi risulti evidente), nonostante le solite ancora prese di posizione polemiche da parte di chi si è “estromesso” per propria scelta dalla concertazione, sono pienamente condivisi. Speriamo anche di riuscire a costruire un sistema realmente partecipativo e moderno di relazioni industriali. Naturalmente ora toccherà entrare nel merito per declinare tali principi in concrete opzioni contrattuali”.

BAS 05


Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio