Florio (Cd) su centro geodesia spaziale di Matera

punti apici 05/11/2014
ore 12:53
punti
AGR

AGR“L’allarme lanciato dall’ex presidente del Consiglio regionale, Vincenzo Santochirico sul futuro del Centro di geodesia spaziale di Matera, in coerenza e continuità con le azioni svolte in passato in Consiglio dal nostro capogruppo Nicola Benedetto, ci trova pienamente disponibili ad intensificare ogni sforzo per garantire la continuità dell’attività scientifica del Centro materano”.
E’ quanto afferma in un comunicato Rossana Florio, vice segretaria regionale del Centro Democratico e consigliere provinciale di Matera.
“Abbiamo sempre creduto nelle grandi competenze specialistiche grazie a strumenti tecnologicamente avanzati di cui - ha aggiunto - dobbiamo essere particolarmente fieri e ne siamo ancor più convinti dopo il riconoscimento di Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Il Centro di Geodesia rappresenta un valido e importante strumento per condurre studi sulle cause e sui fenomeni precursori dei disastri ambientali e per migliorare la capacità di monitoraggio e di valutazione dei danni. L’osservazione - dice ancora - continua nel tempo di una determinata area consente di valutare le deformazioni superficiali del territorio, fornendo agli enti preposti alla gestione del rischio un nuovo e valido strumento di prevenzione e controllo. Come testimoniano i fenomeni alluvionali ripetuti nel Metapontino, i cui danni sono stati rilevati rapidamente dal Centro di Matera, abbiamo bisogno - prosegue Florio - di approfondire gli aspetti relativi ai rischi di dissesto del suolo e possibili esondazioni dei fiumi, per programmare, come Regione, interventi efficaci di prevenzione e mitigazione dei fenomeni calamitosi. Ma l’attività della Regione non si può limitare né alla formalità del rinnovo del protocollo di intesa con l’Agenzia Spaziale Italiana e dunque all’accelerazione del progetto del Cidot né all’erogazione di fondi comunitari, senza un ritorno diretto ed indotto per le nostre piccole e medie imprese, coinvolgendole nelle attività di sviluppo che si renderanno necessarie durante le fasi del progetto, e favorendo l’occupazione di giovani laureati”.

bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio