Gesualdi (Artigiancassa): riattivare Fondo Garanzia

punti apici 28/08/2014
ore 09:59
punti
AGR

AGR“Non possiamo sottovalutare l’allarme lanciato qualche giorno fa dall’Osservatorio nazionale del credito di Confcommercio sull’accesso al credito delle imprese  del commercio, del turismo e dei servizi che nel Mezzogiorno  risulta molto più amplificato rispetto al centro e al nord, con appena 2 imprese su 100 finanziate e l’81 per cento di richieste non accolte o accolte parzialmente nel secondo semestre 2014. Un campanello di allarme che trova conferma nel rapporto redatto da Artigiancassa sulla ricchezza finanziaria delle imprese Artigiane, in cui si  evince, in modo inequivocabile, che anche nel campo creditizio esiste un rilevante divario tra Nord e Sud: se si considera che più dell’86 per cento del credito erogato dalle banche per la nascita o la ristrutturazione  di imprese è destinato alle imprese artigiane del centro nord e solo il 14 per cento a quelle del Sud”.
E’ quanto afferma in una nota il presidente di Artigiancassa di Basilicata Filippo Gesualdi..
“Il vero problema – prosegue - per i piccoli imprenditori locali è rappresentato dalle difficoltà di ottenimento del denaro a causa delle eccessive garanzie che vengono loro richieste dagli istituti di credito, nonostante la pratica sia assistita dalla garanzia dei Confidi, senza riservare la necessaria importanza ai progetti d’investimento.
Il Governo Regionale , ha integrato il fondo rischi delle cooperative e dei Consorzi Fidi con sede operativa in Basilicata , rafforzando in tal modo il sistema delle garanzie collettive a disposizione delle piccole e medie imprese della regione, aiutandole a superare proprio le difficoltà di accesso al credito, questione nodale soprattutto nel periodo di forte crisi economica come quello che stiamo attraversando.
Anche se la priorità assoluta rimane  la riattivazione del Fondo di Garanzia relativamente alle operazioni finanziarie connesse ad investimenti. Per stimolare gli investimenti da parte delle imprese – aggiuge Gesualdi - bisogna continuare  con le politiche di incentivazione rinforzando gli attuali strumenti agevolativi  attraverso l’erogazione di microcredito, e di contributi in conto interessi/canoni concessi dalla regione e gestiti da Artigiancassa.
Il credito agevolato mantiene, ancora oggi, una funzione economica e sociale importantissima, consentendo alle piccole imprese l’accesso al credito, che in ambito regionale si configura come ‘via di sviluppo’”.
Bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio