Laurino (Fp Cgil) su lavoratori precari: serve governo processo

punti apici 03/02/2014
ore 18:44
punti
BAS

BAS“A distanza di oltre un mese dalle intese raggiunte nella notte del 30 dicembre scorso con le Organizzazioni Sindacali i 48 tecnici agricoli precari dell’Alsia e i 32 tecnici forestali precari del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata sono ancora senza contratto e ad, oggi, ancora non è dato sapere quando potranno riprendere le rispettive attività”. Lo dichiara Roberta Laurino, segretario Fp Cgil Potenza.
“I tecnici agricoli dell’Alsia – prosegue - costituiscono il precariato storico dell’Agenzia e sono in possesso del requisito previsto dall’art. 4, comma 6-quater del D.L. 101/2013 che gli riconosce il diritto alla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato avendo gli stessi già espletato nel passato una procedura concorsuale ai sensi dell'art. 1, comma 560, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. I tecnici forestali del Dipartimento Ambiente, già sottoposti nel passato a ben due procedure selettive, sono in possesso dei requisiti previsti dall’art. 4, comma 6 dello stesso D.L. 101 che gli riconosce il diritto di poter partecipare a procedure concorsuali riservate che potrebbero far superare loro la condizione di precarietà.
Nelle more di definire il percorso di stabilizzazione per entrambe le tipologie di precariato, si era chiesto e deciso, cosi come previsto dalla legge, la prosecuzione dei rapporti di lavoro, ovvero il mantenimento in servizio di questi lavoratori”.
“Tanto per aggravare il già pesante bilancio dei lavoratori in mezzo ad una strada, - aggiunge Laurino - domani scadranno anche i contratti di altri 87 lavoratori precari che si occupano dell’assistenza tecnica sul pofers. Anche per questi lavoratori si era raggiunta un’intesa, a partire dalla rassicurazione che non ci sarebbero stati ritardi nella prosecuzione delle attività, nelle more di definire un nuovo bando di selezione con l’impegno che lo stesso sarebbe stato concertato con le Organizzazioni Sindacali anche al fine di evitare i problemi che hanno accompagnato la stesura del precedente”.
“Chiediamo al Presidente Pittella – conclude la nota sindacale di intervenire con ogni urgenza nel governo di quei processi che, diversamente, si tradurranno sempre più in “anarchia organizzata” e che in questo momento stanno scaricando tutte le loro inefficienze sui lavoratori precari”.

BAS 05

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio