Cgil, Cisl, Uil e Ugl su accordo su ammortizzatori in deroga

punti apici 31/01/2014
ore 10:59
punti
BAS

BASLe segreterie regionali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl esprimono soddisfazione per la decisione della giunta regionale di anticipare le risorse necessarie alla copertura dei trattamenti in deroga, sia mobilità che cassa integrazione, per circa 10 milioni di euro.
È quanto si legge in una nota diffusa ieri sera a margine della firma dell’accordo che sblocca il pagamento delle mobilità in deroga riferite alle mensilità di ottobre, novembre e dicembre 2013. La liquidazione avverrà dopo il perfezionamento delle procedure amministrative con l'Inps e il ministero del Lavoro nei prossimi giorni.
La Regione, riferiscono sempre i sindacati, si è inoltre impegnata a trovare la copertura finanziaria anche per gennaio. Il tavolo di coordinamento sugli ammortizzatori sociali in deroga, composto da Regione e sindacati, ha deciso di prorogare l'accordo quadro regionale 2013 fino al 31 marzo prossimo e ha stabilito che “le richieste di cassa in deroga presentate fino alla data odierna con decorrenza a partire dal 1° gennaio 2014 possono essere utilmente istruite in relazione alla data di decorrenza richiesta”. Le parti hanno inoltre convenuto di “estendere i requisiti stabiliti nell'accordo quadro 2013 per l'accesso alla cig in deroga, anche alle istanze prodotte ai fini della ristrutturazione delle aziende che abbiano concluso il periodo di cassa integrazione straordinaria nell'arco del quinquennio di riferimento”. “Ai fini della liquidazione dell'indennità di mobilità”, si legge nel verbale, “la platea di riferimento è quella degli aventi titolo al 31 dicembre 2013”. Regione e sindacati torneranno ad incontrarsi “per assumere ulteriori decisioni a seguito dell'approvazione del decreto ministeriale di definizione dei criteri di concessione degli ammortizzatori in deroga”.
bas 03

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio