Cioè (Grande sud) su scenari politici post elezioni regionali

punti apici 28/11/2013
ore 14:05
punti
BAS

BASIl dirigente regionale di Grande Sud, aderente a “Officina per la Basilicata”, Angelo Cioè, in un comunicato afferma che “il Pd e il centrosinistra in Basilicata non hanno stravinto, come apparirebbe in una valutazione superficiale”. “Con il suo modo di relazionarsi durante le primarie - spiega Cioè - Pittella ha vinto le elezioni con i voti di parte della ex classe dirigente di Forza Italia. Ma esiste - dice ancora - un pezzo del Pd, fra cui Speranza, che vede di buon occhio la maggioranza determinatasi mercoledì sulla decadenza di Berlusconi: con Sel e M5S”. Secondo Cioè, “ora Renzi vincerà le primarie e renderà questa ipotesi meno praticabile: ma una maggioranza antiberlusconiana ci sarebbe potuta essere in Basilicata. Sono stati i voti di Pittella alle primarie ad impedirlo; anche se la scelta dello stesso Pittella ha ridato centralità alla struttura di partito. Non è un caso che Lacorazza, con il record di preferenze, apra subito alla sinistra del Pd (un consigliere eletto di Sel più due grillini)”. “Nel centrodestra - aggiunge l’esponente di Grande Sud - resta poco. Forza Italia non sarà mai partito territoriale. Il nuovo centrodestra dovrà organizzarsi attorno a Taddei e Viceconte. L’Udc e gli ex Scelta Civica, fra i quali Di Maggio, sposano Casini. Fratelli d’Italia ha eletto il proprio leader regionale, Gianni Rosa, che dovrà guidare il processo di cambiamento del centrodestra lucano. Un compito strategico - conclude Cioè - spetterà ad Officina per la Basilicata”.

BAS 16

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio