Cocleari, in sala operatoria chirurghi S. Carlo e NY University

punti apici 11/07/2013
ore 18:13
punti
BAS

BASHa trovato immediata attuazione il protocollo di partnership internazionale siglato stamattina tra il San Carlo, la Rienzi foundation e la New York University, Center for Cochlear Implantation. Un’equipe mista composta da chirurghi del San Carlo (il primario Santandrea e i medici Cantore e Nolè) e della Nyu (il direttore Roland e l’audiometrista Shapiro) ha installato un impianto cocleare alla presenza dei colleghi di altri ospedali, partecipanti al meeting di stamattina che ha messo a confronto le esperienze del San Carlo e della New York University.
Lo rende noto l’ufficio stampa del San Carlo spiegando che “non ci sono sostanziali differenze tra le metodiche e gli impianti adottati a Potenza e quelli in uso Oltreoceano”.
“Grande merito della prestigiosa partnership – si legge nella nota del San Carlo - va a Mike Rienzi l’imprenditore lucano emigrato giovanissimo in America. La sua fondazione, che finanzia la ricerca per l’implantologia cocleare dei bambini, è nata una decina d’anni fa, quando un suo nipote ha presentato gravi problemi di sordità. Dalla prima raccolta di fondi al Walford Astoria con ben 800 partecipanti è nata un’entusiasmante avventura. Grazie al saldo legame tra l’imprenditore e la sua terra, che ha portato Rienzi al San Carlo per costruire insieme al direttore generale Giampiero Maruggi questa importante partnership, partiranno iniziative di formazione, di trasferimento di buone pratiche ma anche di attività clinica in favore di bambini albanesi e romeni, che saranno operati a Potenza per riavere l’udito. Spesso, ha spiegato Rienzi, la sordità non è più una condanna a vita: con le tecnologie più avanzate, infatti, si può restituire a una vita normale i piccoli pazienti. Suo nipote, ha ricordato con emozione, ha oggi 14 anni ed è il primo della classe”.

bas 08

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio