Imprese del Sud Basilicata su ordinanza diffusione sonora Pz

punti apici 08/06/2013
ore 17:31
punti
BAS

BAS"Passato il santo, passata la festa. È il caso di dirlo! A ridosso della festività patronale l’amministrazione comunale ha deciso di ristabilire l’ordine. Ciò che ha dato vita e colore al borgo antico del capoluogo lucano è stato bandito da un’ordinanza che stabilisce il divieto di diffusione sonora per le tutte attività commerciali poste lungo le vie del centro. Insomma, un atto teso a rendere fioca l’estate potentina già priva di fenomeni ed eventi aggregativi. Anche in questo caso Imprese del Sud Basilicata si allinea a quanti hanno espresso la propria contrarietà nei confronti dell’ordinanza. Prima di esporre le ragioni del dissenso, riteniamo sia utile poter riassumere i punti salienti di questo pomo della discordia". Lo dichiara in una nota Luca Arlotto di Imprese del Sud Basilicata.
"L’ordinanza, inoltre, - aggiunge -  offre una motivazione poco convincente quando si ascrive alla diffusione sonora e al notevole afflusso di persone per le vie del centro, la causa del degrado urbano. Nell’ottica di marketing territoriale è fondamentale considerare che gli eventi, in generale, offrono da un lato respiro al tessuto economico della città per tutta una serie di considerazioni evidenti e consente di creare un effetto di risonanza per la città che li ospita, anche extra urbe.
A tal proposito, riteniamo l’ordinanza un ulteriore colpo di scure ad un centro che si manifesta ancor di più spento e fosco".

BAS 05

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio