FONDAZIONE FARBAS, CORSO PER “TECNICO AMBIENTALE NEI COMUNI”

14/02/2019 12:33

BASAl fine “di colmare il deficit di competenze ed elevare la qualità dell’azione amministrativa nella pubblica amministrazione”, la Camera forense ambientale (Cfa) e la Fondazione Osservatorio Ambiente della Basilicata (Farbas), con l’apporto didattico di riconosciute professionalità di rilievo nazionale avvieranno - con lezioni che si terranno da marzo a luglio - il primo corso di formazione per “Tecnico ambientale nei Comuni”. L’iniziativa è stata presentata a Potenza, nella Sala degli Specchi del teatro “Stabile” in piazza Mario Pagano, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato la presidente della Cfa, Cinzia Pasquale, il presidente del Comitato scientifico della Farbas, Michele Greco ed alcuni docenti. Il corso - che si terrà a Marsico Nuovo (Potenza) nella sede Farbas - è destinato ad un numero massimo di 25 partecipanti selezionati tra i dipendenti dei Comuni lucani “che siano muniti - è stato specificato durante l’incontro con i giornalisti - di diploma di laurea specialistica o di laurea quadriennale, conseguita nel previgente ordinamento degli studi in discipline giuridiche, tecniche, scientifiche, naturalistiche, ingegneristiche e ai responsabili dell’area tecnica e ambientale, pur se non in possesso del titolo di laurea”. “Si tratta - ha detto il presidente del Comitato scientifico della Farbas, Michele Greco -del primo importante corso di formazione professionalizzante organizzato in Basilicata, regione dove sussistono complessità e criticità ambientali. L’iniziativa, tra le altre cose, mira a colmare un gap di conoscenze giuridico ambientali dei dirigenti e dipendenti comunali”. “Grazie al corso di formazione - ha commentato la presidente della Cfa, Cinzia Pasquale - i partecipanti potranno qualificare la propria azione all’interno delle pubbliche amministrazioni in materia di Diritto dell’Ambiente Nazionale, con un fondamentale approfondimento della tutela ambientale a livello europeo, acquistando competenze tecnico-giuridiche utili a garantire un efficace esercizio professionale”. Le lezioni saranno tenute dagli avvocati della Camera forense ambientale (Cfa) e da riconosciute professionalità di rilievo nazionale. Per aderire all’iniziativa c’è tempo fino al 28 febbraio prossimo, secondo modalità che verranno indicate dai promotori. La figura professionale prodotta “sarà in grado - è stato evidenziato - di gestire le complessità di base derivanti dalla materia ambientale ed orientarsi nella molteplicità delle fonti normative. Formarsi seguendo questo percorso, inoltre, consentirà di approcciarsi ad una modalità di lavoro sempre più interdisciplinare: le singole professionalità, pur appartenenti a diversi ambiti della pubbliche amministrazioni, le quali anche se occasionalmente si confrontano e collaborano su differenti progetti e settori devono essere in grado di integrare i propri servizi, certi che una visione olistica delle questioni ed un esercizio dinamico e coordinato delle proprie attività determini un prodotto di elevata qualità utile ad una virtuosa governance dell’ambiente”. Ecco alcuni docenti del Corso: Luca Ramacci, consigliere della terza sezione penale della Suprema Corte di Cassazione; Benedetto Nappi, primo referendario del Tar di Basilicata; Vera Corbelli, segretario dell’Autorità di bacino dell’Appennino meridionale e commissario straordinario Bonifiche di Taranto; Maurizio Tira, rettore dell’Università di Brescia e già presidente del Centro studi urbanistici italiano; Luigi D’Andrea, professore di Diritto Costituzionale dell’Università di Messina; Matteo Benozzo, professore di Diritto Ambientale e Sicurezza dell’Università di Macerata; Gabriella de Maio, professore di Diritto dell’Energia dell’Università Federico II di Napoli; Salvatore Masi, professore di Ingegneria Sanitaria Ambientale dell’Università degli Studi di Basilicata; Alfonso di Palma, generale già comandante della Legione Carabinieri di Basilicata; Giuseppe Rienzi, già segretario dell’Albo Gestori Rifiuti della Camera di Commercio di Potenza.

(ITALPRESS)

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio