Segnala ad un amico stampa

Un borghese piccolo piccolo inaugura la stagione teatrale 2018

13/01/2018 15:22

BAS
Con la straordinaria interpretazione di Massimo Dapporto in “Un borghese piccolo piccolo”, in scena al Teatro Don Bosco, lunedì 15 gennaio, alle ore 21,  si apre la Stagione Teatrale di Potenza “Teatro, guardare vendendo”. È questo il claim scelto dal consorzio Teatri Uniti di Basilicata per il nuovo ciclo triennale regionale - che coinvolgerà 26 comuni – e che accompagnerà i multiformi linguaggi teatrali della nuova proposta: Teatro, Danza e Circo contemporaneo.
Un borghese piccolo piccolo è un romanzo straordinario di Vincenzo Cerami da cui è stato tratto il capolavoro cinematografico di Monicelli. Il romanzo, che diverge dal film in alcuni nodi narrativi essenziali, è un ritratto di agghiacciante attualità. La peculiarità del romanzo è la tinta grottesca, che si cerca di ripercorrere nell’adattamento di Fabrizio Coniglio, con cui Cerami descrive le umili aspirazioni del protagonista Giovanni, il borghese piccolo piccolo. Una tragicommedia che nella prima parte regalerà momenti di comicità a tratti esilarante. In scena con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni, Roberto D’Alessandro, Fabrizio Coniglio e Federico Rubino.
Il Borghese piccolo piccolo è un uomo di provincia che lavora al ministero, il cui più grande desiderio è quello di “sistemare” suo figlio Mario, proprio in quel ministero in cui Giovanni lavora da oltre trent’anni. Ma come ottenere una raccomandazione per il figlio? Ecco l’inizio della sua ricerca disperata di una “scorciatoia”, in questo caso rappresentata dalla Massoneria, per garantire un futuro al figlio. Le aspirazioni, il desiderio di raggirare le regole che una società democratica e civile impone, sembrano quasi connaturate nell’animo di ogni cittadino italiano. 
Lo spettacolo è una produzione Pietro Mezzasoma, e sarà replicato al Teatro Ruggiero di Melfi, venerdì 26 gennaio, alle ore 21.
La Stagione Teatrale “Teatro, guardare vendendo” è realizzata con il patrocinio della Regione Basilicata, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del turismo, la collaborazione di tutti i comuni coinvolti e il prezioso contributo della BCC di Basilicata.