Segnala ad un amico stampa

S. Carlo, Pittella a inaugurazione stanza “Alice allo specchio"

14/11/2017 16:26Il presidente: “Non c’è medicina che non contempli oltre alla parte scientifica anche quella umana”. Franconi: “Con la Breast unit avremo reparti di senologia multidisciplinare e, quindi, nuove opportunità di cura in ogni tappa della malattia”
.

.

AGRIl presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, è intervenuto oggi alla cerimonia di inaugurazione, nell’Unità operativa oncologica medica del San Carlo a Potenza, della stanza “Alice allo Specchio”, una struttura dove sarà possibile valorizzare l’aspetto estetico delle donne affette dal cancro sul quale impattano gli effetti collaterali delle terapie.  L’iniziativa è dell’associazione Zonta Club international, che nell’occasione del taglio del nastro ha sottoscritto un protocollo d’intesa con la direzione dell’Azienda ospedaliera e la Regione Basilicata.  
Il presidente si è complimentato con l’associazione Zonta e la dirigenza del San Carlo, evidenziando l’impegno della Basilicata per essere sempre più all’avanguardia nell’umanizzazione delle cure.  “Non c’è medicina che non contempli oltre alla parte scientifica anche quella umana. I processi di umanizzazione – ha detto Pittella - sono necessari e l’iniziativa  che inauguriamo oggi non è la prima. C'è un grande fermento in questa regione grazie alla sensibilità delle associazioni che a volte si sostituiscono e che collaborano con le istituzioni”. Pittella ha lodato il lavoro del management dell’azienda San Carlo, guidata da Maglietta, per gli sforzi compiuti sulla tenuta economica e finanziaria e ha ricordato i risultati conseguiti sul versante sanità.  “La radioterapia inaugurata in questo ospedale è un segnale di tenacia e  anche di resilienza. E ci conforta la consapevolezza di essere riusciti a sbloccare situazioni, come quella di Matera, dove a breve partirà un analogo servizio, mentre continueremo a lavorare intensamente per il potenziamento dell’area sud della regione”.
Pittella ha ricordato poi altre due iniziative deliberate dal governo regionale per ampliare l’offerta sanitaria: il progetto per un Hospice pediatrico a Lauria e quello per la gestione sperimentale a Viggiano dell’Hospice da parte della fondazione Ant. “Con questi provvedimenti agganciamo un mondo – ha concluso - che ha fatto tanto per i cittadini, quello delle fondazioni,  riconoscendo  e promuovendo la solidarietà  e la passione di chi opera in questi settori”. 
L’assessore alle Politiche della Persona Flavia Franconi ha, poi, messo l'accento su altri provvedimenti approvati di recente dalla giunta lucana, a partire dalla  Breast unit  al San Carlo e al Crob. Con il coordinamento scientifico del Centro di riferimento oncologico - ha affermato -  avremo reparti di senologia multidisciplinare  e, quindi, nuove opportunità di cura, regolate da specifiche  Linee guida nazionali, che permettono alla donna di affrontare la malattia del tumore al seno con un percorso di accompagnamento per ogni tappa”. 
E’ intervenuto anche presidente del Consiglio regionale, Francesco Mollica, che ha ribadito l’importanza dell’accordo e si è complimentato con il mondo dell’associazionismo che troppo spesso supplisce alle carenze della Pubblica amministrazione, augurando “a tutte le donne di continuare a lottare come leoni contro una malattia che può essere sconfitta”.

bas 02