Lerra (Deput. Storia Patria): Unità Italia prezioso bene comune

18/08/2017 15:25

BAS“Sono in atto da qualche tempo anche in Basilicata disinvolte operazioni pseudo- culturali di chiara ‘marca neoborbonica’, in genere espressione di vera e propria ‘ignoranza’ della Storia e, in particolare, del processo di costruzione dell’Unità d’Italia. Al quale – è proprio il caso di ricordarlo - la Basilicata partecipò attivamente e in prima fila lungo i vari snodi del Risorgimento (1799, 1820-21, 1848-49, 1860-61), come peraltro ampiamente evidenziato nel corso delle tante iniziative scientifico-culturali svoltesi nell’ambito delle celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia”. E’ quanto sostiene in una nota Antonio Lerra, presidente della Deputazione Lucana di Storia Patria e professore ordinario di Storia moderna all’Università degli Studi della Basilicata.
“Sarebbe opportuno – prosegue Lerra - almeno ricordare a chi pensa di potersi disinvoltamente rapportare alla Storia che nel capoluogo della Basilicata, Potenza, Città medaglia d’oro del Risorgimento, l’Unità d’Italia fu proclamata prima ancora che Garibaldi giungesse dalla Sicilia in Calabria. La Storia è una Scienza e, dunque, richiede specifiche, rigorose, competenze e professionalità. Delle quali dovrebbero, intanto, tener conto, tanto più in questa fase, le rappresentanze istituzionali, ai vari livelli. Leggiamo, infatti, con profondo stupore della ‘disinvolta approvazione’, addirittura da parte del Consiglio regionale della Basilicata, il 7 marzo scorso, di una mozione di ‘chiaro indirizzo neoborbonico e di indiretto profilo antiunitario’ presentata dal M5s in tutti i Consigli Regionali del Mezzogiorno d’Italia, in questi giorni notoriamente al centro di ampie discussioni in campo politico-istituzionale e culturale, con diffuse “prese di distanza” da “simili operazioni.
L’Unità d’Italia è un ‘prezioso bene comune’, da salvaguardare ed, anzi, valorizzare, tanto più – sottolinea il professor Lerra - da parte di realtà regionali dal profilo storico quale quello della Basilicata, peraltro sempre più intensamente impegnata in questa fase verso il concreto esercizio del ruolo di baricentro culturale europeo per il 2019. In rapporto a tutto ciò, la Deputazione Lucana di Storia Patria, che, tra l’altro, auspica una sollecita riconsiderazione della mozione approvata dal Consiglio Regionale della Basilicata, avvierà, nell’ambito delle tante attività ed iniziative scientifico-culturali in atto, uno specifico ciclo di informazione-aggiornamento dal titolo Incontri con la Storia: la Basilicata per l’Unità d’Italia. In tale direzione consigliando, intanto, almeno la lettura (per chi non ne abbia avuto ancora la possibilità) del volume La Basilicata per l’Unità d’Italia (Milano, Guerini e Associati, 2014), che raccoglie – conclude Lerra - gli Atti del rilevante Convegno scientifico nazionale svoltosi a Potenza nel 2011 (Aula Magna dell’Università degli studi), che rigorosamente ricostruisce ed analizza le peculiari modalità di approdo del Mezzogiorno d’Italia e, in tale ambito, della Basilicata nello Stato Unitario”.

Bas 05

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio