Protocollo Informatico

STA NASCENDO LA FEDERAZIONE DEI SISTEMI DI PROTOCOLLO: La Regione Basilicata invia le convenzioni

Potenza, 26 gennaio ’11 - dopo l’indagine conoscitiva a tappeto, la formazione diretta sull’IPA e la PEC, lo sviluppo del PECadapter per gli utilizzatori di Gupar e la collaborazione con i fornitori di software, il progetto Regionale, “Interoperabilità dei Protocolli Informatici delle P.A. lucane” entra nella sua fase più entusiasmante e operativa. Sono, infatti, partiti oggi gli schemi di convenzione diretti ai 174 enti coinvolti. Le amministrazioni che vorranno accettare l’invito ad entrare nella federazione dovranno approvare lo schema con regolare deliberazione interna. Sarà poi compito della Regione Basilicata convocarli per la firma della convenzione. “Interoperabilità dei Protocolli Informatici delle P.A. lucane” rientra nella linea d’intervento II.2.2.B del PO FESR ed è finalizzato alla “diffusione del sistema di e government regionale con particolare riguardo agli enti locali minori a rischio d’isolamento”. Tradotto, è una grande opportunità di scavalco di problemi atavici per la Basilicata: la crescita disomogenea dei territori più periferici, la diversità di accesso alle possibilità, l’ingombrante eredità orografica che più di qualche scompenso ha prodotto nei decenni. La federazione consentirà realmente a tutte le amministrazioni l’interazione, in tempo reale con altre P.A., come con i cittadini e le imprese dentro e fuori i confini regionali, l’abbattimento dei costi di gestione, l’essere al passo coi tempi e con la riforma della Pubblica Amministrazione. Per gli enti che si federeranno, tutto sarà a costo zero. Si legge, infatti, nel testo che la spesa complessiva per la realizzazione dell’intero progetto insiste sulla linea II.2.2.B, Asse II del PO FESR 2007/2013 e, quindi, sui fondi a disposizione della Regione Basilicata. Nello specifico, aderendo formalmente al Progetto, gli enti otterranno supporto per l’adeguamento del software di protocollo agli standard di interoperabilità: lo scambio di documenti a mezzo PEC e di cooperazione applicativa (SPCoop): l’esposizione dei servizi di consultazione e notifica dell’iter documentale. I confederati avranno anche accesso a moduli di formazione diretta come a distanza, per poter essere sempre operativi rispetto ai nuovi step del progetto.
Il vademecum per approvare la convenzione lo trovate al link:
Riferimenti per l'approvazione dello schema di Convenzione



PRIME GIORNATE DI FORMAZIONE PER GLI OPERATORI DI PROTOCOLLO
Potenza, 12 gennaio ’11 - Sono partiti i seminari formativi legati al progetto Regionale “Interoperabilità dei Protocolli Informatici delle P.A. lucane”.
Nelle sale del Consiglio fino al prossimo giovedì tre febbraio ’10 si parlerà dell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni e della PEC.
Molte le domande e buona la partecipazione degli addetti ai lavori che hanno gremito la sala nelle prime due giornate di attività. Dimostrazione della bontà e dell’efficacia dell’iniziativa che è stata presentata dalla dott.ssa, Mimma Nardelli, dell’ufficio Società dell’informazione.
“E’ volontà della Regione condividere l’intero percorso con tutte le strutture, perché collaborare vuol dire riuscire nella missione di offrire sempre maggiori servizi al cittadino e sempre un più alto tasso di efficacia all’azione quotidiana amministrativa”. Ha commentato alla chiusura dei lavori.

Illustrato in anteprima nel corso del workshop il cosiddetto PEC-Adapter, il plug-in che rende interoperabili con la PEC i protocolli informatici che girano su Gupar, il software della Regione Basilicata utilizzato anche da altri Enti. Previste nelle prossime settimane l’avvio della campagna d’istallazione.

Gli Enti che ancora non hanno formulato ufficiale adesione possono contattare il numero 0971/668980 oppure scrivere a
info-interop-protocollo@regione.basilicata.it.
Mentre per le Amministrazioni che abbiano perso l’opportunità di seguire il seminario nella data che era stata ad esse assegnata, possono chiedere ancora l’inserimento nel calendario. Sempre usando gli strumenti del telefono o della posta elettronica.





PARTE IL TRENO DELLA FORMAZIONE PER IL PROGETTO “INTEROPERABILITA’ DEI PROTOCOLLI INFORMATICI”

Potenza, 28 dicembre ’10 – Il primo workshop è previsto per l’11 gennaio prossimo. Poi le attività continueranno fino ad inizio febbraio, coinvolgendo 174 fra P.A. ed Enti. Saranno principalmente i referenti del protocollo a tornare fra i banchi, per approfondire in seminari formativi gli argomenti che afferiscono l’Indice delle Pubbliche Amministrazioni, l’IPA, e la Posta Elettronica certificata, la PEC.

Così la Regione Basilicata, in ossequio ai nuovi step previsti dal progetto “Interoperabilità dei Protocolli Informatici delle P.A. lucane” vuole mettere a disposizione degli attori coinvolti un pacchetto di competenze, utili al più esteso impiego degli oggetti previsti. I seminari si svolgeranno presso le sale A e B del Consiglio regionale di Basilicata.

Maggiori informazioni o richieste vanno indirizzate ad:
info-interop-protocollo@regione.basilicata.it
oppure al numero di telefono 0971/668980 dalle ore 9,00 alle ore 14.





INCONTRO CON I FORNITORI DI SOFTWARE PER LA PROTOCOLLAZIONE IN USO PRESSO LE AMMINISTRAZIONI LUCANE

Regione Basilicata, 2 novembre ’10 – Si è svolta in data 28 ottobre u.s. un’importante riunione che segna l’avanzare positivo di “Interoperabilità dei protocolli informatici”. Attorno al tavolo composto da dirigenti regionali, Consorzio Integra, Centro Servizi Basilicata e fornitori esterni di software per la protocollazione, si è discusso approfonditamente del progetto di matrice Regionale e dei prossimi passi che si auspica possano essere fatti insieme.

“Interoperabilità dei protocolli informatici” è, infatti, giunto ad uno snodo significativo: ponendo le basi per lo sviluppo e la successiva diffusione dei diversi adapter. Si tratta di soluzioni software da somministrare ai programmi già in uso presso gli enti, per poterli potenziare e renderli “adatti” alla gestione dei servizi.

Protocollazione in ingresso ed in uscita e trasmissione dei documenti a mezzo PEC (Posta Elettronica certificata), consultazione dei registri di protocollo e tracciabilità dell’iter documentale, sottoscrizione e notifica dei cambiamenti di stato di documenti e di fascicoli, queste le opportunità riservate alle Pubbliche Amministrazioni, ai cittadini ed alle imprese che saranno accessibili grazie agli adapter di cui si è discusso in riunione.

Opportunità percepite come un forte segno d’innovazione da parte dei fornitori di software. La consultazione dei registri di protocollo e i cambiamenti di stato dei fascicoli nel pieno rispetto delle specifiche SPCoop, sono infatti delle assolute novità che fanno della Regione Basilicata un’antesignana nel settore e che, un domani, potrebbero essere offerte in riuso anche ad altre Regioni.

Si è chiesto ai fornitori di software di essere pionieri in partnership con la Regione Basilicata nel campo della cooperazione applicativa, rispondendo alle esigenze di coloro che non si sono ancora adeguati alle disposizioni normative vigenti, vedi l’utilizzo della PEC in campo protocollo, ma soprattutto precorrendo tempi ed esigenze e volendo inventare un prodotto molto più dinamico ed utile per il cittadino.

In regime di coinvestimento fra la Regione ed i fornitori, si raggiungerà l’obiettivo di creare un canale veloce, efficiente e di facile utilizzo per la consultazione dei documenti da e per le Amministrazioni e per il cittadino. Previsti nuovi incontri di approfondimento, anche in virtù dell’apprezzamento dimostrato dai fornitori, contenti dell’approccio utilizzato dalla Regione Basilicata, fatto di concertazione e di coinvolgimento di tutti i soggetti. Gli atti relativi all'incontro, completi delle slides di presentazione, sono disponibili nella sezione "Incontro Tecnico 28 Ottobre 2010".





CHIUSA A POTENZA LA PRIMA FASE DEL PROGETTO REGIONALE: “INTEROPERABILITÀ DEI PROTOCOLLI INFORMATICI”


Per integrare informazioni in tempo reale e mettere al centro della PA il cittadino c’è bisogno della PEC e di un sistema informatico integrato


Potenza, 12 luglio ’10 - Settantatre gli enti intervenuti, e più di cento i partecipanti dalle amministrazioni comunali e dagli enti a vario titolo coinvolti, questi i numeri dell’incontro operativo, svoltosi nella mattinata del 9 luglio scorso, in una sala Inguscio quanto mai gremita.
Al meeting, organizzato dall’ufficio Società dell’informazione della Regione Basilicata per presentare i risultati emersi dalla fase di avviamento del progetto, si sono avvicendati al tavolo della presidenza i diversi relatori. Unico obiettivo: illustrare percentuali ed analisi dell’indagine conoscitiva, strategica perché contenente informazioni sull’assetto tecnico organizzativo di ogni amministrazione intervistata.
Infatti, è così che la Regione ha inteso coinvolgere tutti gli attori del progetto Interoperabilità dei protocolli informatici, con la somministrazione di un questionario, volto “al censimento delle soluzioni di protocollo informatico in uso presso le PA lucane, con particolare riferimento alla conformità PEC ed ai software in adozione”.

Cos’è l’IPA, in quanti modi è possibile sfruttare la Posta Elettronica Certificata, le applicazioni del protocollo informatico ed il suo manuale di gestione si è discusso anche di questi segmenti strategici all’interno del seminario che non ha tralasciato di dare ampio spazio nemmeno all’analisi dei temi riguardanti i Servizi Infrastrutturali di Cooperazione Applicativa (SICA) nonché quelli del Sistema Pubblico di Cooperazione (SpCoop).

Nell’ottica di perseguire l’obiettivo della trasparenza amministrativa, la Regione Basilicata vuole mettere a disposizione dei Comuni e non solo, senza toccare i loro bilanci, una soluzione di cooperazione dove tutti possano scambiare informazioni e documenti, realizzando le necessità dei cittadini/utenti in tempi sempre più brevi.

Una delle peculiarità del progetto sta nell’idea che la Regione voglia da parte degli attori coinvolti l’adesione ad un invito e non una partecipazione obbligata. Una porta sul futuro che si vuole spalancare insieme. In tale ottica, si invitano le Amministrazioni che ancora non abbiano comunicato il proprio referente ad inviare i relativi dati (nome-cognome-indirizzo e-mail-telefono) all’indirizzo info-interop-protocollo@regione.basilicata.it, così come dettato dalla circolare già inviata. Invece, gli atti relativi al seminario, completi delle slides di presentazione, sono disponibili nella sezione "Incontro Operativo 9 Luglio 2010".